Evacuazione Scuole 2008 Stampa
Scritto da Stefano Toppan   
Giovedì 05 Giugno 2008 18:58

Il 19 aprile si è svolta, presso le scuole primaria e secondaria di Monastier di Treviso, l’esercitazione che ha simulato l’evacuazione degli istituti come previsto dai relativi piani di emergenza.

L’evento, programmato e coordinato dal Gruppo volontari di Protezione Civile A.N.A. locale, in stretta collaborazione con il distretto scolastico, rappresenta la seconda vera esercitazione fatta in paese da questa importante organizzazione (fondata circa otto anni fa, alla quale attualmente aderiscono oltre 20 persone, tutte adeguatamente preparate).

Come da programma, alle ore 8:00 tutti gli addetti della Croce Rossa Italiana, dell’Unità Cinofila da Soccorso GIUBO, della Squadra Sanitaria A.N.A., della Squadra Alpinistica A.N.A., nonché della squadra di Protezione Civile A.N.A. di Monastier e della Polizia Municipale, si sono dati appuntamento in piazza Vittoria per un briefing sulle attività da svolgere.

Alle ore 9:30 scatta l’allarme: un terremoto ha causato un incendio negli istituti scolastici. Bisogna procedere all’evacuazione immediata degli studenti di tutte le classi, degli insegnanti e del personale delle scuole.Recupero feriti

I ragazzi vengono fatti uscire in maniera ordinata dagli edifici ed indirizzati alle aree di evacuazione poste all’esterno. All’appello però mancano due studenti ed un bidello, mentre una classe risulta bloccata al terzo piano della scuola secondaria.

Dopo l’intervento dell’unità cinofila per il ritrovamento dei dispersi, intervengono la squadra sanitaria e la C.R.I. per il recupero ed il soccorso dei feriti, simulando l’intervento con l’ausilio dei mezzi operativi impiegati in simili situazioni di emergenza.

Contemporaneamente la squadra alpinistica ha prontamente installato una teleferica per il salvataggio della classe intrappolata al terzo piano dell’edificio, calando, come dimostrazione, un professore, un cinofilo con il proprio cane, ed un paio di alpinisti. Nel frattempo i volontari della Protezione Civile A.N.A. locale hanno montato, in brevissimo tempo, due tende utilizzate come P.M.A. (Postazione Medica Avanzata), procedendo poi alla distribuzione di bottigliette d’acqua per tutti gli “sfollati”.

TelefericaLa giornata è terminata con l’esibizione dell’Unità Cinofila da Soccorso GIUBO che ha lasciato senza parole studenti, insegnanti e quanti sono intervenuti, mostrando a tutti le enormi potenzialità di questi meravigliosi cani addestrati.

L’esercitazione, promossa per testare la risposta dei ragazzi ad una situazione di emergenza, si è svolta nel migliore dei modi. Attraverso un apparente gioco, che li ha entusiasmati e coinvolti, il Gruppo di Protezione Civile è riuscito a far passare e a veicolare un messaggio importante, che può rivelarsi di fondamentale utilità nel caso di una reale situazione di pericolo: quello cioè di contenere l'effetto dovuto al panico, attivarsi per un’evacuazione rapida e ordinata dell’edificio e trovare facilmente il punto di ritrovo/raccolta esterno, affidandosi a chi interviene per dar loro aiuto.

Un ringraziamento particolare va agli organizzatori di questo evento e a tutti i volontari intervenuti, per l’ennesima prova di sensibilità e di gratuità dimostrate anche in questa occasione.

Stefano Toppan